I nostri parlamentari non capiscono un cazzo (o dormono)

In questo post si parla di: , , , , , , ,

Ci sono troppe procedure, bisogna ammodernare lo Stato, per questo siamo indietro su tutto, anche in Parlamento. Adesso sei lì con due dita ad approvare tutto il giorno emendamenti di cui non si conosce nulla. Quando ho fatto il paradosso del capogruppo che vota per tutti era per dire che gli altri sono veramente lì non per partecipare ma per fare numero

Questo che parla è  nientepopodimenoche – rullo di tamburi – il nostro rispettabilissimo ed amatissimo premier, Silvio Berlusconi, in arte sparalesto (per la sua cronica abitudine di dire cazzate per poi smentirle, adducendo fantasiose scuse, l’ultima ieri)

Tralasciando il fatto che con dichiarazioni del genere si delegittima il parlamento, polemica già lanciata dal piddì, molto più reattivo da quando c’è il vicedisastro (cit. 1) Franceschini (anche se ci vuol poco, con Veltroni il pd aveva una vitalità pari, se non inferiore, a quella del cervello di Gasparri). Ma cazzo la cosa grave è che paghiamo fiorfiori di euri gente che, secondo il premier, il nuovo dio in terra (cit. 2), non capisce quello che vota o peggio che sta là a grattarsi le palle nella speranza che passi una Carfagna qualsiasi, per fare battute da camerata..

Ma la colpa è nostra? o forse la gente che non capisce l’ha scelta qualcun altro?

Dobbiamo fare mea culpa se abbiamo mandato in parlamento gente del calibro (alto calibro) di Gabriella Carlucci (nota 1), Mara Carfagna (ministro) o Luca Barbareschi? (abbiamo anche Iva Zanicchi al parlamento europeo, ma, forse sarà un caso, neppure wikipedia ha il coraggio di definirla come “politico italiano“)

O forse no..

Le preferenze avrebbero risolto, in minima parte ovviamente, questo disinteresse (o questo non contare un cazzo) da parte dei nostri rappresentanti, dato che sarebbe stata valida la regola del: se non ti impegni col cazzo che ti ri-voto!

Ma forse tutte queste polemiche sono inutili; tanto domani Silvio Berlusconi si presenterà  in conferenza stampa dicendo che lui non ha pronunciato questo discorso, è stato un nano impostore che si fingeva politico di spicco, intervistato da giornali comunisti, che comunque hanno travisato il senso generale del discorso.

Cit. 1 Matteo Renzi, candidato a sindaco per il comune di Firenze del partito democratico, su Dario Franceschini, appena eletto come segretario del suo stesso partito.

Cit. 2 - Una donna, intervistata da un giornalista del programma Ballarò, ha definito Berlusconi come “un dio in terra” dato che in cielo ce n’è già uno.

Nota 1 – Gabriella Carlucci, deputata pdl, nel 2001, in via del Tritone a Roma, per non aver rispettato, (perchè parlava al cellulare) ha tamponato un bus del servizio pubblico, bloccandolo per 55 minuti. Nonostante fosse stata riconosciuta dai passeggeri, non si è fermata, ma, imboccando contromano la corsia preferenziale, si è recata a Montecitorio. Una volta arrivata in Piazza del Parlamento è stata multata per aver parcheggiato la sua Porsche sul marciapiede (fonte wiki - articolo del corriere)

Oltretutto, la Carlucci ritiene che gli stipendi dei parlamentari siano troppo bassi. sticazzi!

2 total comments on this postSubmit yours
  1. Ecco se lui è il Dio in terra ed è molto simile a quello in cielo, io..
    VOGLIO ANDARE ALL’INFERNO!
    Almeno so quello che mi aspetta.

  2. oddio questa della carlucci non la sapevo…

1 pingback on this post
Lascia un commento

Please enter your name

Your name is required

Please enter a valid email address

An email address is required

Please enter your message

BecaBlog © 2013 All Rights Reserved

Designed by WPSHOWER

Powered by WordPress